alex-shutin-205126

Studio Pavia

Consulenze assicurative

Il consulente assicurativo è un libero professionista che presta una consulenza su espressa richiesta del cliente che, per questo servizio, gli versa un onorario.

STUDIO PAVIA

Paolo Pavia - Consulente in Diritto, Economia e Tecnica delle Assicurazioni. Professionista di cui alla legge n. 4 del 14 gennaio 2013.
Iscrizione CCIAA di Catania, Ragusa e Siracusa della Sicilia Orientale del 9 marzo 1998 al N. 54 del Ruolo Periti ed Esperti istituito ai sensi del R.D. 20 settembre 1934 e regolamentato dal D.M. del 29 dicembre 1979. 

Categoria: Previdenza e Credito. Sub Categorie Tecnica assicurativa, Liquidazione danni (Incendi, Furti, Rischi automobilistici, Responsabilità civile, Rischi agricoli, Grandine, Bestiame)​

 

www.assistudio.eu @ All Right Reserved 2019 | Sito web realizzato da Flazio Experience

Il tuo consulente personale in Diritto, Economia e Tecnica delle Assicurazioni

P.IVA.: 01330950880

 


facebook
twitter
linkedin
instagram

Il consulente assicurativo è un libero professionista che presta una consulenza su espressa richiesta del cliente che, per questo servizio, gli versa un onorario.

In Breve

Chi Sono

Dopo gli studi giuridici a Catania, ho acquisito un'approfondita conoscenza del mondo delle imprese per aver lavorato tra il 1978 e il 1983 presso l'Associazione degli Industriali della Provincia di Ragusa (Confindustria). Dal 1984 al 1991 sono stato Agente generale di primarie compagnie di assicurazione (Gruppo Ausonia e Gruppo Generali) ed ho ricoperto incarichi negli organismi direttivi sindacali aziendali e di categoria (S.N.A.) a livello provinciale e regionale. Dal 1991, ottenuta l'iscrizione all'Albo Nazionale dei Mediatori di Assicurazione, ho svolto attività di Broker freelance, prima collaborando con un centro di brokeraggio assicurativo di Verona, poi in prima persona a Roma con il mio "Studio Servizi Assicurativi". Nel 1992 ho aderito all'A.I.B.A., l'Associazione di categoria dei brokers di assicurazione italiani, sottoscrivendone il codice morale di autoregolamentazione.

Dal 1995 svolgo la libera professione di Consulente assicurativo - indipendente da qualsiasi compagnia di assicurazione - e di Patrocinatore stragiudiziale a tutela di assicurati e danneggiati nelle controversie inerenti l'infortunistica assicurativa in tutti i rami di assicurazione. Dal 1998 sono iscritto al Ruolo dei Periti e degli Esperti presso la C.C.I.A.A. di Ragusa (Tecnica assicurativa e Liquidazione danni). Nel 1999 sono stato ammesso quale Socio ordinario all'A.N.E.I.S. (Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale) ed ho ottenuto la Certificazione FAC (Federazione delle Associazioni per la Certificazione) per l'attività di Patrocinatore stragiudiziale.

Paolo Pavia

alex-shutin-205126

Come opera lo Studio Pavia

Consulenza

Assicurativa

Nel proprio lavoro quotidiano, un imprenditore o un professionista ha bisogno dell'aiuto di altri professionisti, come l'Avvocato, il Tributarista, il Commercialista, il Pubblicitario, il Progettista.

 

Vi è tuttavia un aspetto dell'organizzazione aziendale che spesso non viene adeguatamente affrontato e cioè tutta quella problematica che riguarda i cosiddetti "rischi puri", vale a dire tutti quei rischi estranei ai normali rischi economici e che possono causare soltanto PERDITE PATRIMONIALI.

 

Per diminuire o neutralizzare le conseguenze dei "rischi puri" si possono stipulare polizze di assicurazione, ma può capitare che, al bisogno, le assicurazioni si dimostrino inadeguate perché non coprono tutti gli eventi dannosi che possono verificarsi o, viceversa, coprono eventi la cui probabilità di accadimento è piuttosto remota, con un conseguente aumento dei costi.
Il CONSULENTE ASSICURATIVO, un libero professionista indipendente da qualsiasi compagnia di assicurazione, assiste il proprio cliente attraverso la...

Verificare

Individuazione dei rischi

05

01

Le analisi formulate e le soluzioni adottate al fine di controllarne l'aderenza alla evoluzione soggettiva ed oggettiva dell'ambiente sociale, economico e tecnologico.

In ogni azienda e in ogni attività professionale è insita tutta una serie di rischi (sia sul piano tecnologico che personale) non assicurabili, o assicurabili in maniera molto dispendiosa; la loro precisa individuazione porta alla prevenzione.

 

Gestione dei sinistri

Prevenzione

È compito del Consulente Assicurativo fornire la propria assistenza per una sollecita liquidazione dei sinistri, al fine di ottimizzare i risarcimenti a favore del proprio cliente, sia esso un'azienda, un privato o un libero professionista. Il Consulente può infatti fornire il proprio supporto tecnico per la gestione di tutte le controversie assicurative di carattere contrattuale e liquidatorio con la Compagnia di assicurazione o, eventualmente, con terzi.
Può, in caso di vertenze giudiziali di carattere assicurativo, collaborare opportunamente con i legali designati dal cliente.
Infine, attraverso le statistiche.

Qui l'intervento si realizza consigliando la modifica (anche in fase di progetto) di quelle strutture o impianti più soggetti a rischio (incendio, scoppio, prodotti difettosi, ecc...) o proponendo determinate cautele personali. È chiaro che intervenendo già in fase di prevenzione si otterrà, nel tempo, un deciso abbattimento dei costi complessivi di assicurazione. 

06

02

La valutazione dei rischi

Qui si tratta di identificare i rischi non soggetti a prevenzione e di valutare sia la probabilità che questi eventi accadano, sia l'entità delle perdite conseguenti. Vastissima è la gamma di questi rischi per l'azienda (danni ai macchinari a causa di allagamenti o terremoti, mancanza di materie prime, impossibilità di consegnare il prodotto, perdite su crediti, furto, incendio, ecc.) ed anche per il singolo, libero professionista o uomo chiave di azienda (malattie, infortuni, rapimenti, terrorismo, ecc.); il verificarsi di questi eventi, del tutto imprevedibili, può minacciare addirittura la sopravvivenza dell'azienda o dell'attività professionale, ecco allora che diventa indispensabile identificare gli interventi assicurativi.

Statistiche

03

Il Consulente raccoglie, schematizza e analizza i dati concernenti l'andamento dei singoli rischi e le situazioni di mercato allo scopo di minimizzare i costi assicurativi e ridurre al minimo l'incidenza economica dei cosiddetti "rischi puri".

07

Identificare gli interventi assicurativi

A questo punto, sulla base di tutti gli elementi acquisiti attraverso l'analisi dei rischi, si decide la quantità ed il valore delle possibili perdite conseguenti ad eventi dannosi da trasferire a terzi (le compagnie di assicurazione) con adeguate e calibrate coperture assicurative.
In funzione delle esigenze già individuate si valutano le migliori offerte delle Compagnie più qualificate al fine di ottenere le migliori coperture assicurative al costo più giusto. Tutto ciò si traduce globalmente in un sensibile risparmio in termini di costi ed in una più articolata e completa copertura assicurativa. Ma il compito del CONSULENTE ASSICURATIVO non termina qui.

04

Consulenze e perizie assicurative di parte

Il Consulente assicurativo di parte (o Perito) è una figura professionale poco conosciuta che, oltre ad avere competenze nella stima dei danni patrimoniali, possiede conoscenze specialistiche di tecnica assicurativa.


Egli è dotato delle stesse competenze del perito fiduciario della compagnia assicuratrice e perciò si confronta con questi in maniera paritaria.
Il perito di parte assiste l'assicurato, che ha subito un danno, allo scopo di ottenere un indennizzo equo e, normalmente, può gestire il sinistro senza il supporto di altre figure professionali, ad eccezione di determinati casi (ad es. necessità di una valutazione medico-legale nei casi di danni a persona). 
Spesso le polizze di assicurazione contro i danni da incendio ed eventi c.d. speciali, consentono all'assicurato di scegliere e nominare un perito di parte nella clausola che disciplina la "Procedura per la valutazione del danno". In questo caso è normalmente previsto il rimborso, in tutto o in parte, dei compensi del perito, in aggiunta ai danni liquidati, mediante l'inserimento in polizza della clausola "Rimborso onorari dei periti".


L'intervento del perito assicurativo di parte è vivamente consigliato nel caso di danni importanti o nel caso di ragioni di ordine contrattuale che appaiano di impedimento al risarcimento del danno, o qualora vi sia disaccordo sulla sua quantificazione da parte del perito della compagnia assicuratrice. 


Nei casi suddetti il perito non si limita alla sola stima dei danni, ma opera a favore del proprio cliente attraverso l'interpretazione della polizza di assicurazione, il cui testo contrattuale spesso si distingue per un linguaggio tecnico-giuridico da "addetti ai lavori". Accade spesso inoltre che, dopo l'analisi accurata del testo contrattuale, il Consulente suggerisca modifiche normative per renderlo maggiormente rispondente alle esigenze del proprio cliente, il cui profilo di rischio è stato già attentamente valutato.


Il perito assicurativo di parte interviene anche nella fase preliminare della stipula o della revisione di polizze assicurative attraverso:


- la stima del valore da attribuire ai beni oggetto dell'assicurazione, allo scopo di evitare i fenomeni, entrambi controproducenti per l'assicurato, della sotto-assicurazione e della sovra-assicurazione;
- la stima di impianti ed immobili di un'azienda, nel caso si voglia stipulare l'assicurazione nella forma "a stima preventiva", eliminando l'applicazione della c.d. regola proporzionale di cui all'art. 1907 Cod. Civ. (Assicurazione parziale) ed evitando così la riduzione dell'indennizzo a causa di un valore assicurato inferiore al valore reale attribuito ai beni al momento del sinistro.
 

Dalla lettura di queste note emerge una nuova figura professionale a disposizione del mondo dell'imprenditoria, delle professioni, delle famiglie e dei singoli.

In verità, nel mondo anglosassone è operante da tempo la figura del CONSULENTE ASSICURATIVO, un tecnico specializzato che conosce a fondo il mercato assicurativo e i "trucchi" delle polizze.

In quel mercato, assicurativamente più evoluto rispetto alla realtà italiana, sin dal dopoguerra è diffusa questa figura di libero professionista indipendente dalle compagnie, che risponde del proprio operato unicamente al cliente che gli ha affidato l'incarico e che, pertanto, non è influenzato nello svolgimento del proprio lavoro dall' esigenza di dover "vendere" questa o quella polizza di assicurazione.

In una realtà economica sempre più articolata e complessa qual è la società attuale, l'imprenditore, il professionista, il singolo cittadino, hanno bisogno di valutare attentamente le proprie scelte, soprattutto in un campo, quello assicurativo, nel quale è facile incorrere in errori che poi, in caso di sinistro, possono rivelarsi economicamente fatali.

samson-duborg-rankin-91091-unsplash

Richiedi una consulenza

Invia una richiesta di informazioni senza alcun impegno

Create a website